Latte e muuuuusica!

Mucca e musicaDue ricercatori dell’università di Leicester (Gran Bretagna) hanno condotto un interessante esperimento sugli effetti della musica sulle bovine da latte. Adrian North e Liam McKenzie hanno testato l’effetto della musica su 1000 bovine di razza Frisona, esponendole quotidianamente per 12  ore al giorno e per 9 settimane a diversi generi musicali.

Più precisamente, le bovine sono state suddivise in 3 gruppi, un primo gruppo ha potuto ascoltare musica veloce (oltre 120 battiti al minuto), un secondo ha ascoltato musica lenta (meno di 100 battiti per minuto), mentre ad un terzo scaglione non è stata fatta ascoltare nessuna musica.
L’indice di gradimento è stato misurato in base all’aumento della produzione di latte, che è stato del 3% nelle bovine sottoposte a musica lenta (la Pastorale di Beethoven), mentre è leggermente diminuito nel caso di ascolto di musica veloce.
Apparte una naturale incredulità, legata ad una concezione “antropomorfa” delle emozioni, conoscendo i meccanismi che regolano l’emissione di latte (che può essere impedita o rallentata da stimoli esterni negativi), è facile intuire come un ambiente in cui vengano diffusi suoni piacevoli sia l’ideale per minimizzare lo stress delle bovine. In altre parole, un po’ di musica classica in sala di mungitura può essere d’aiuto… purché il mungitore non sia un appassionato di “heavy metal”!!

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento